Articolo in inglese: ‘Cellphone Health: Are Devices Affecting Our Bodies?

Traduzione di Massimiliano Russano

In pochi decenni, i cellulari hanno preso il sopravvento sulla vita dell’uomo, basti pensare che quasi nessuno più utilizza una mappa stradale cartacea. Il punto è chiedersi se possano causare determinate malattie; oggigiorno non si sa ancora con certezza, ma è anche vero che dopo decenni di studi è stato dimostrato che il fumo di sigaretta causa il cancro ai polmoni.

Tra i possibili effetti sulla salute figura il cancro al cervello. I cellulari emettono infatti un particolare tipologia di radiazione non ionizzante, meglio conosciuta come onda radio, ed è noto che i tessuti umani vicini alle antenne assorbano questa energia elettromagnetica.

Sebbene gli studi che correlano l’uso del cellulare al cancro al cervello abbiano dato risultati discordanti, il primo ufficiale medico dell’American cancer society ha dato credito a un particolare tipo di ricerca. Nel 2016, il Programma nazionale di tossicologia degli Stati Uniti ha pubblicato i risultati di uno studio su larga scala, del costo di 25 milioni di dollari, condotto da questa agenzia. Lo studio ha concluso che la radiazione emessa da un cellulare con un forte segnale comporta un lieve aumento dei gliomi maligni nel cervello e aumenta il rischio di contrarre i neurinomi, rari tumori che si sviluppano sul parete che riveste il cuore. 

Nel 2011, l’Organizzazione mondiale della sanità ha classificato le radiazioni dei cellulari come cancerogene di tipo 2b, ossia potenzialmente cancerogene per l’uomo. Inoltre, la letteratura medica suggerisce che se i telefonini vengono utilizzati già durante l’adolescenza, il rischio di contrarre un cancro al cervello è quattro volte più elevato.

leggi tutto l’articolo

Please follow and like us: